caus-ufficiostampa

Torino Tour: il Pescatore di San Salvario

 
Il Professor Raffaele Palma, in trenta anni di rotte, ha realizzato ben 18 reti in Torino, intrappolando in ognuna dettegli architettonici  unici e incantevoli.

Torino, 10 luglio 2011 * * * Conoscete il pescatore di San Salvario? No? Desidero parlarvene, giacché da tempo egli salpa ogni mattina dal suo molo, pilotando il battello visionario, come un Rimbauddelle arti. E navigando, ebro di bellezza, intreccia strade e palazzi, creando reti che catturano i più bei decori architettonici di Torino. L’approdo del marinaio è in Via Ormea 40, a due passi dal parco del Valentino e dal fiume Po. Il barcaiolo è un attempato gentiluomo che sorride, ed ha trascorso oltre metà della sua vita a creare percorsi turistici del capoluogo subalpino e del Piemonte: Raffaele Palma.
In trenta anni di rotte egli ha realizzato ben diciotto reti nel capoluogo subalpino, intrappolando in ognuna dettegli di architetture  unici e incantevoli.  Per bagaglio due scarpe, che usa da catamarano, la macchina fotografica e il suo taccuino per gli appunti, ha virato in lungo e in largo circumnavigando ogni segmento urbano della città.
L’abile pescatore ha lanciato gli estremi delle sue  tele sui vari decori. Dopo aver verificato che nessuno ornamento sia sfuggito alle maglie delle sue reti, li ha issati nel suo taccuino, per poi distribuirli agli appassionati di arte ed architettura.
Raffaele Palma, direttore artistico del C.A.U.S - Centro Arti Umoristiche e Satiriche, con la certosina pazienza del mago esploratore, ha messo insieme un’accattivante serie di percorsi turistici originali e divertenti. Si tratta di itinerari urbani ed extra urbani inconsueti, capaci di stimolare il viaggiatore esigente, alla ricerca di panorami architettonici, forse minori, ma di grande interesse.
 
Tali itinerari si dispiegano come grandi puzzle, in cui i dettagli artistici della città e delle località piemontesi, interagiscono per similitudini e complementarietà con altri elementi decorativi dell’arredo urbano, contribuendo di volta in volta a scomporre e ricomporre inediti scorci culturali e tematici.
La Biblioteca Civica di Torino ha inaugurato in questi giorni l’ultima sua pesca fotografica “Torino tra terra e aria”.
Palma, novello Capitano Achab (ma senza baleniera Pequod), in questi giorni ha gettato un paio di grosse reti per la pesca autunnale di… Moby Dick, direte voi! No miei cari amici, di due nuovi percorsi urbani. Non ci resta che aspettare e sperare che anche questa volta faccia un’ottima pesca. Quello di Palma è un lavoro prezioso, e rappresenta una rarità nel panorama artistico d’Italia e del Piemonte.
 
 
Fonti
 
Quali misteri? Torino è patria dei burloni
Di Paola Italiano
La Stampa.it
6 luglio 2011
http://multimedia.lastampa.it/multimedia/torino/lstp/63144/
 
San Salvario - Personaggio
Di Paola Italiano
La Stampa
6 luglio 2011
http://caus-ufficiostampa.it.gg/Rassegna-Stampa/pic-1000372.htm
 
I "finti" misteri di Torino
Sun Salvario Views
6 luglio 2011
http://sunsalvario.blogspot.com/2011/07/rassegna-stampa-i-finti-misteri-di.html
 
Torino tra terra e aria
Eco di Torino
27 giugno 2011
http://www.ecoditorino.org/torino-tra-terra-e-aria-mostra-fotografica-alla-biblioteca-civica-centrale-27-giugno-30-luglio.htm
 
Torino contro Belzebù e i draghi
ANSA.it
21 agosto 2010
http://www.ansa.it/web/notizie/canali/inviaggio/itinerari/2010/08/21/visualizza_new.html_1791669655.html
 
La città dei draghi
Di Letizia Tortello
La Stampa.it
19 agosto 2010
http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/cultura/articolo/lstp/302142/
 
Torino contro Belzebù – Un itinerario tra draghi
La Stampa.it
18 agosto 2010
http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/cronaca/articolo/lstp/301702/
Oggi ci sono stati già 16 visitatori (168 hits) qui!
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=